News

L’Attestato di Prestazione Energetica – A.P.E.

L’Attestato di Prestazione Energetica – A.P.E. certifica le prestazioni energetiche degli edifici ed è obbligatorio per legge.
L’A.P.E. è un documento che viene redatto da un tecnico abilitato chiamato Certificatore Energetico che può essere un architetto, un perito, un geometra, un ingegnere…, con competenze in materia di efficienza energetica applicata agli edifici.

Dal 1° Luglio 2009 l’A.P.E. va redatto obbligatoriamente per la compravendita immobiliare e dal 1° Luglio 2010 è obbligatoria anche in caso di locazione.

Il proprietario di casa, sia per la compravendita che per l’affitto, nel momento in cui l’immobile viene proposto sul mercato immobiliare, deve dare incarico ad un certificatore di redigere l’attestato ed il costo di tale documento è a sue spese.

L’Attestato di Prestazione Energetica – A.P.E., durante la trattativa, deve essere mostrato all’acquirente o al conduttore ed in seguito dovrà essere citato nell’Atto Notarile e nel contratto di affitto con una specifica clausola ed allegato al contratto di vendita (art. 6 comma 3 del D.Lgs 192/05).

Per quanto riguarda gli annunci immobiliari, dal Gennaio 2012, bisogna inserire l’indice di prestazione energetica nelle schede degli immobili, è sufficiente indicare il valore in kWh/mq anno.
Per ottenere il certificato di agibilità di un edificio bisogna presentare tra i vari documenti anche l’A.P.E.

Come viene calcolato l’indice di prestazione energetica:

Il certificatore rileva i valori necessari al calcolo facendo un sopraluogo nell’immobile soggetto a certificazione, inserendoli poi all’interno di un software che effettua l’analisi energetica.

L’analisi tiene conto delle caratteristiche delle murature e degli infissi, delle caratteristiche geometriche dell’immobile, della produzione di acqua calda, del riscaldamento e raffrescamento dei locali e dei sistemi di energia rinnovabile presenti in casa.

A seguito della compilazione di tutti i campi richiesti, il certificatore rilascia l’attestato di prestazione energetica con indicato l’indice di prestazione energetica.

Il tecnico deve poi depositare una copia dell’attestato alla Regione di competenza.

La finalità dell’attestato di prestazione energetica

Lo scopo è principalmente l’analisi dei consumi energetici di un immobile per valutarne la convenienza economica per l’acquisto o la locazione.

Molto utile inoltre per prevedere degli interventi mirati di riqualificazione energetica.

Conseguenze

L’informazione e l’obbligatorietà dell’attestazione stanno portando all’incentivazione della realizzazione di ristrutturazioni e nuove costruzioni ad alto rendimento energetico.

Un indice di prestazione energetica buono aumenta il valore dell’immobile e diminuisce il livello di inquinamento da anidride carbonica CO2