News

Fondo Di Garanzia Prima Casa

Il Fondo Di Garanzia Prima Casa è uno strumento utile per le persone che vogliono acquistare la casa di residenza senza però avere la liquidità necessaria per farlo e le garanzie che richiedono molte banche.

Lo Stato ha attivato per questo scopo il Fondo Consap che ha ricevuto migliaia di richieste di accesso.

Negli anni l’offerta del Fondo è stata modificata e migliorata, inizialmente era stato progettato per gli under 35.

Oggi il Fondo di Garanzia è dedicato all’acquisto di un immobile, anche da impresa, da adibire ad abitazione principale.
L’immobile deve essere sul territorio nazionale, purché non si tratti si una abitazione di lusso ed il valore dell’immobile non superi i 250.000 Euro.

Accedendo al Fondo di Garanzia è lo Stato a fare da garante, con le banche che hanno aderito al progetto, per l’accensione del mutuo sull’acquisto della prima casa.

La quota della garanzia statale è pari al 50% del capitale richiesto come mutuo, sono esclusi gli interessi, soccorrendo così i mutuatari nell’eventualità di una temporanea difficoltà a rimborsare le rate.

Gli istituti erogatori si impegnano quindi a non richiedere ulteriori garanzie oltre a quella fornita dallo Stato.

Le garanzie sono rivolte anche alle richieste di mutui per l’acquisto e successiva ristrutturazione dell’abitazione principale e per l’efficientamento energetico (ci sono a disposizione anche Bonus governativi per tali interventi).

Per alcune categorie è previsto un tasso calmierato del finanziamento, tra le quali :

  • giovani coppie sposate o conviventi da almeno due anni dove almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni
  • nuclei familiari monogenitoriali con figli minori;
  • giovani di età inferiore ai 35 anni titolari di un rapporto di lavoro atipico;
  • conduttori di alloggi di proprietà degli Istituti autonomi per le case popolari.

Fondo di garanzia prima casa, requisiti per accedere

Non essere proprietari di alcun immobile ad uso abitativo alla data della presentazione della domanda, (ad eccezione di quelli ereditati e che siano in uso a titolo gratuito a genitori e fratelli).

L’immobile deve essere ubicato in Italia, non superare il valore di 250.000 Euro e non deve rientrare nelle categorie di immobili di lusso.

Ricordiamo che ci sono limiti di reddito per i mutuatari.

L’erogazione del mutuo deve avvenire presso una delle banche aderenti all’iniziativa e che abbiano firmato il Protocollo di intesa dell’8 ottobre 2014 con Ministero dell’economia e delle finanze e Abi

Come fare domanda.

Si può accedere al sito Consap o presso le banche aderenti, compilare un modulo apposito con la richiesta di accesso al Fondo di garanzia prima casa.

Il modulo va consegnato alla banca che ha stipulato il mutuo, la quale si occuperà di inoltrare la richiesta a Consap, completo di documento di identità, attestazione Isee ed eventuale altra documentazione richiesta.

Le tempistiche

Dalla presentazione della domanda completa di documentazione Consap ha tempo 20 giorni per comunicarne l’esito al mutuatario.
Entro 30 giorni lavorativi dall’accettazione della domanda e dall’accesso al fondo si avrà l’erogazione del mutuo e la partenza della garanzia statale.

Sul sito Consap si poò trovare l’elenco delle Banche aderenti l’iniziativa tra queste: Unicredit, Monte dei Paschi di Siena, Intesa San Paolo, CheBanca!, BNL e Cariparma.