News

L’Impianto Fotovoltaico.

L’Impianto Fotovoltaico cos’è? Quale tipologia installare? Quali pannelli scegliere? La nostra panoramica su questo mercato in continua evoluzione.

L’impianto fotovoltaico converte la radiazione solare in energia elettrica, è formato da vari pannelli solari che permettono di sfruttare l’energia del Sole per la produzione di energia.

L’impianto fotovoltaico ha molti punti di forza:

  • può essere utilizzato per dare energia elettrica in zone non coperte dalla rete elettrica;
  • non ha emissioni inquinanti;
  • ha ridotti costi di esercizio e manutenzione;
  • c’è facilità nell’incremento della potenza dell’impianto, aggiungendo pannelli la potenza erogata risulterà maggiore;
  • offre risparmi sull’energia e possibilità di guadagno sull’energia in esubero venduta;
  • in 8 anni l’investimento iniziale viene ripagato. (Tenendo presente che la vita utile di questi impianti è di circa 20 / 25 anni si avranno 12 anni di energia elettrica gratuita.);
  • il costo medio di manutenzione ordinaria è intorno ai 100 Euro all’anno.

Ci sono tre tipologie di impianto fotovoltaico:

  • a Isola (stand alone) : l’energia fornita dal pannello e non utilizzata va a ricaricare delle batterie che entreranno in funzione in caso di necessità (quando il fabbisogno aumenta o quando il modulo fotovoltaico non funziona come ad esempio di notte);
  • per immissione in rete (grid connected) : l’energia prodotta dai pannelli e non utilizzata viene venduta al gestore delle rete elettrica. In questo caso avremo due contatori uno per l’energia elettrica fornita alla rete dall’impianto fotovoltaico e l’altro che conteggia l’energia elettrica utilizzata durante il non funzionamento dell’impianto fotovoltaico. Questa tipologia di impianto aiuta a ammortizzare in tempi più brevi i costi di installazione dell’impianto;
  • impianto misto: l’impianto viene collegato sia alle batterie e sia alla rete pubblica.

I pannelli che si possono scegliere sono in:

  • monocristallino: le celle del pannello hanno un alto grado di purezza del silicio, sono i più efficienti ed i più costosi ed hanno rendimenti intorno al 12-19 %.
  • policristallino: utilizzano gli scarti fusi dei moduli monocristallini, hanno un costo inferiore rispetto ai primi ed anche il rendimento è minore 10, 12%. Questi pannelli sono i più venduti. Negli ultimi anni, grazie all’innovazione, la resa di questi pannelli si è avvicinata sempre di più a quelli in monocristallino.
  • film sottile: pannelli composti da una pellicola sottile di materiale fotovoltaico. Il rendimento è 4 – 8% e sono molto più economici.

La scelta del tipo di pannello, dipende dalla superficie a disposizione per l’installazione. I pannelli in monocristallino hanno bisogno di poco spazio essendo molto efficienti, i pannelli in policristallino hanno bisogno di uno spazio maggiore per avere la stessa resa dei primi.

Esempio : per ottenere 3Kw (stimati per una famiglia di 4 persone ) i pannelli in monocristallino hanno bisogno di una superficie di 18 mq mentre i pannelli in policristallino 22 mq.

I Pannelli possono essere installati sui tetti o nei giardini e possono essere fissi o in grado di seguire il movimento del sole.
Il mercato offre diverse tipologie di prodotti provenienti da molte case produttrici anche italiane ma i vincitori come numero di prodotti venduti, per il momento sono i pannelli fotovoltaici cinesi.

I Costi :

Per una famiglia di 4 persone che abita in 100 mq bisogna prevedere un impianto di 3 Kw ed il kit ha un costo che parte dai 6.000 Euro per i pannelli in policristallino (superficie pannelli 22 mq) ai 9.000 Euro per i pannelli in monocristallino (superficie pannelli 18 mq).
Per 5 kw di impianto che copre il fabbisogno di 6 persone in un’abitazione di 150 mq, il kit ha un costo che parte dai 9.000 Euro per i pannelli in policristallino (superficie pannelli 36 mq ), ai 17.000 Euro per i pannelli in monocristallino. (superficie pannelli 30 mq.)

Incentivi per il Fotovoltaico

La realizzazione di un impianto fotovoltaico fa parte degli interventi finalizzati al risparmio energetico, in quanto consente di ottenere una riduzione dei consumi da fonti di energia fossili.

Con la proroga dell’EcoBonus nel 2020 chi installa un impianto con pannelli fotovoltaici può usufruire di una detrazione Irpef del 50% del costo sostenuto per la realizzazione dell’impianto suddiviso in 10 anni con un limite massimo di spesa di 96.000 euro.

Qui trovate tutte le altre detrazioni.